• +39 346 0102 932
  • studiomanipuraal@gmail.com

ARTICOLI

LO SAPEVI CHE CI PUÒ ESSERE CORRELAZIONE TRA MAL DI SCHIENA E STITICHEZZA?!!

Ormai numerosi studi confermano che l'80 per cento degli italiani ha sofferto almeno una volta nella vita di mal di schiena: tra i disturbi più diffusi in assoluto nella popolazione generale, le varie forme di dolore che colpiscono la schiena sono però troppo spesso trascurate.
 
Le posizioni scorrette hanno un effetto estremamente negativo sulla salute della colonna vertebrale, ma spesso mal di schiena e lombalgie possono essere correlati anche all'intestino.
 
Non ci si pensa, ma frequentemente fastidi di questo tipo sono presenti in caso di stipsi e in generale di motilità intestinale rallentata.
 
L'intestino, tenue e colon, è a contatto con la colonna vertebrale e con i suoi muscoli, pertanto una sindrome dell'intestino irritabile con stitichezza o stipsi cronica hanno frequentemente un impatto negativo sui muscoli della schiena, che si contraggono.
 
 
Il collegamento va anche in direzione opposta: uno sforzo intenso a carico della schiena può causare spasmi muscolari, dando luogo ad anomalie della defecazione.
 
Quando l'intestino è alterato, lo è presumibilmente anche la sua flora batterica (il cosiddetto microbiota) e questo può dar luogo facilmente a stati di infiammazione intestinale che possono propagarsi alla colonna vertebrale causando dolore.
 
La stitichezza è un problema globale, particolarmente sentito nei Paesi sviluppati del mondo, nella popolazione femminile e in quella anziana. Causa di disagio sociale e stress spesso correlati a stati ansiosi e depressivi, oltre ai dolori muscoloscheletrici questo disturbo della motilità intestinale, se trascurato, può portare con sé anche altri piccoli e grandi fastidi: dalle emorroidi alle ragadi fino alle cistiti, specialmente nel sesso femminile.
studiomanipura

LO SAPEVI CHE L’OLIO ESSENZIALE DI ARANCIO DOLCE PUÒ ESSERE UTILE CONTRO IL METEORISMO INTESTINALE?

  • L’olio essenziale di arancio dolce si estrae dalla scorza dei frutti freschi con il metodo della spremitura. È un metodo antico e garantisce al prodotto il mentenimento di tutte le sue caratteristiche.
  • Dai fiori, invece, viene estratta una variante del Citrus, un olio chiamato “Neroli”, meglio conosciuto come Zagara o fiori di arancio, proveniente soprattutto dalla Sicilia.
  • Dai fiori si ottiene anche l’acqua distillata, utilizzata in cosmesi, mentre 
    dalle foglie, viene estratto per distillazione, un olio noto con il nome di Petit grain.
  • L’olio essenziale di arancio dolce viene impiegato popolarmente in casi di ansia e di difficoltà digestive, rendendo più facile la prevenzione del meteorismo intestinale e della stitichezza.

  • È antispasmodico, cioè ha un’azione rilassante sulla muscolatura e calma gli spasmi di stomaco e intestino.
  • Sedativo aiuta a combattere l’insonnia.
  • Digestivo è utile in caso di difficoltà nella digestione. Stimola l’appetito e l’attività della cistifellea.
  • Calmante contrasta i disturbi nervosi come ansia e nervosismo, ed è indicato in caso tensione muscolare, in quanto aiuta a superare la stanchezza e lo stress.
Controindicazioni: atossico, non irritante e non sensibilizzante. Non esporsi al sole dopo l’uso per 24 ore perché fototossico.
Non utilizzare mai gli oli essenziali puri ma sempre veicolati da un olio vettore ( es. mandorle).
Per l’assunzione in via interna rivolgersi ad un aromaterapeuta.
studiomanipura

SAPEVI QUANTO E'IMPORTANTE LA FLORA BATTERICA DELL'INTESTINO?”

Da sempre l’essere umano percepisce la “pancia” come la sede delle proprie risposte emotive.
Oggi sappiamo bene che l’intestino è una sorta di secondo cervello, un tessuto ricchissimo di nervi, strettamente connessi con il sistema nervoso centrale, ed è la componente più attiva del sistema immunitario.



La ricerca, inoltre, ha messo in evidenza negli ultimi anni un'area molto importante: quella dei batteri che albergano il nostro intestino.

Se non ci prendiamo cura del nostro intestino e del corretto equilibrio della flora batterica potremmo esporci al rischio di numerosi scompensi tra cui cali di energia, disturbi gastrointestinali, immunodeficienza, sovrappeso e perfino un aumentato rischio di patologie complesse come quelle cardiometaboliche.
COSA SONO I PROBIOTICI?

Si tratta di microrganismi vivi che forniscono, quando assunti, benefici salutari attraverso un’azione di riequilibrio della flora batterica intestinale. Spesso si usa il termine fermenti lattici. I probiotici sono una specifica categoria di fermenti lattici.

Esiste una relazione stretta tra i cibi che consumiamo e la flora batterica presente nell’intestino e questo ci permette di correggere eventuali squilibri endogeni variando l’introduzione alimentare.
Sappiamo che alcuni ceppi di batteri favoriscono la salute e altri invece la danneggiano aumentando la risposta infiammatoria. Questi ultimi, insieme ad un'alimentazione disattenta e uno stile di vita sregolato, vanno ad incidere negativamente sul rapporto tra batteri salutari e batteri patogeni in un processo detto di disbiosi.
E' molto importante il consumo di fibre che contengono sostanze come l’inulina, dette prebiotici, in grado di stimolare la crescita dei ceppi batterici salutari.

IN CHE MODO FUNZIONANO?

Vengono utilizzati per ripristinare un corretto equilibrio a livello della flora batterica intestinale e attraverso questo meccanismo innescare una serie di benefici a vario livello.
- Contro il gonfiore e il meteorismo
- Nella colite e nel colon irritabile
- Per contrastare la diarrea
- Nei disturbi intestinali dei bambini
- Nella cistite
- Dopo una terapia antibiotica
La maggior parte di queste azioni avvengono per via dell’effetto che i probiotici hanno sul rafforzamento del sistema immunitario.

Impariamo, quindi, a migliorare la nostra alimentazione integrando alimenti che possano aiutare la nostra flora intestinale!
Scegliamo, ad esempio, l'avena, la banana, la mela, i kiwi, gli asparagi, alimenti che contengono inulina ( prebiotico), lo yogurt e il Kefir!
studiomanipura

3 GEMMODERIVATI CHE AIUTANO L'INTESTINO E A MIGLIORARE IL MAL DI TESTA”

Molte persone che soffrono di emicrania, cefalea muscolo tensiva o dolori ricorrenti al collo hanno spesso un problema che li accumuna, ovverosia i disturbi gastro-intestinali quali diarrea, stitichezza, dispepsia e reflusso gastroesofageo, infezione da Helicobacter pilori, celiachia, sindrome dell’intestino irritabile.Diverse ricerche lo dimostrano.Mal di testa e dolori cervicali potrebbero aver origine nell’intestino; è quindi possibile migliorarli con tecniche mirate al benessere gastro-enterico?


Mai sentito parlare dell’asse intestino-cervello?
All'interno dell'intestino vengono prodotte, grazie alla flora microbica, una serie di sostanze utilizzate a livello del tessuto cerebrale.
Queste sostanze si chiamano neurotrasmettitori. Nel nostro caso parliamo principalmente di serotonina e istamina.
Sappiamo che oltre il 95% della serotonina del corpo è infatti prodotta nell'intestino (fonte M.D. Gershon)

Bassi livelli di serotonina cerebrale sono fortemente associati all’emicrania.
Bene, queste due molecole così implicate nel problema “mal di testa” sono ricavate dal cibo a livello dell’intestino, grazie all’azione digerente della flora microbica.

Se il tuo intestino non funziona bene, è probabile che la tua flora microbica non sia “in piena forma”, così che la produzione di serotonina e istamina sarà potenzialmente alterata, quindi possibile causa di emicrania/cefalea/cervicalgia.
ECCO 3 GEMMODERIVATI CHE POSSONO AIUTARE IL NOSTRO SISTEMA GASTROINTESTINALE E SOSTENERE LA FLORA BATTERICA
  • FICUS CARICA ( fico gemme ): riequilibra il ritmo biologico alterato dallo stress, è il più importante rimedio per i disturbi di origine psicosomatica legate alla digestione. Solitamente è dato in associazione a Tilia tomentosa.
  • TILIA TOMENTOSA ( tiglio gemme ) indicato per gastrite, gastralgie, ulcera gastroduodenale in associazione con Ficus carica, grazie alle proprietà antispasmodiche e ansiolitiche. Migliora l'emicrania, l'ansia e l'insonnia.
  • VACCINIUM VITIS IDEA ( mirtillo rosso giovani getti) agisce su intestino, vie urinarie, apparato genitale femminile. Rimedio di eccellenza per il riequilibrio della flora batterica. In associazione a Ficus c. e Tilia T. utile nelle sindromi da colon irritabile e colite spastica.

Attenzione!!  È sconsigliato l’autotrattanento. Rivolgersi sempre al professionista competente.
www.studiomanipura.it
© Copyright STUDIOMANIPURA.IT - Piera Ornigatti - Spalto Borgoglio, 106 - 15121 Alessandria (AL) - P.IVA 02231180064 - Tutti i diritti riservati

Search